I nonni di oggi. Ottobre 2016

Il 2 Ottobre è la data dedicata alla festa dei nonni: un’occasione per ringraziare i nonni per ciò che fanno per i loro figli/e, ma soprattutto per i loro nipoti.

La presenza dei nonni nella vita di un bambino è un’importante risorsa per la sua crescita e il suo sviluppo emotivo, affettivo e relazionale. Infatti, quando hanno la possibilità di essere vicini, i nonni sanno trasmettere affetto, in cambio dell’allegria che i nipoti regalano loro. Per come si è strutturata la nostra attuale società, i nonni sono sempre più coinvolti nelle cure dei nipotini: accudirli o accompagnarli a scuola e agli altri impegni pomeridiani o il sostegno nello svolgimento dei compiti sono un esempio del loro contributo nell’ambito della famiglia. E’ innegabile l’importanza di questa funzione di aiuto, a patto però di non diventare intrusivi, entrando in conflitto con altre figure parentali. Secondo quanto è raccomandato dalla moderna psicologia è necessario condividere delle regole chiare per l’educazione dei nipotini. E senza ovviamente negare qualche strappo alla regola e una certa tolleranza, per l’educazione dei piccoli si dovrà cercare di mantenere sempre la necessaria autorevolezza, favorendo così il giusto equilibrio nelle dinamiche famigliari. I nonni sanno, attraverso il gioco, rafforzare le capacità dei nipoti, incoraggiando l’uso della fantasia e della creatività. Dando consigli ed approvazione trasmettono sicurezza, diventando dei saldi punti di riferimento, grazie alla loro saggezza derivata dalle esperienze vissute. Analisi sociologiche e psicologiche dicono che, rispetto ai genitori, i nonni sono in una fase della vita in cui sono meno competitivi e ciò li rende capaci di ascoltare con maggiore serenità i nipoti, di capire le loro emozioni e i loro bisogni. Questa sintonia tra le due generazioni, porta ad affrontare le cose con tranquillità e senza fretta, favorendo la trasmissione dei valori: pur vivendo nel mondo globalizzato di oggi, occorre salvare le “radici” e recuperare le diversità delle tradizioni, cosa che facilita anche l’accoglienza delle tradizioni e dei valori altrui. E la cultura di cui sono portatori i nonni può essere per i bambini un’occasione per un allargamento dei loro orizzonti, evidenziando buone tradizioni che rafforzano il senso di appartenenza. Ma d’altra parte ai nonni viene richiesto di aggiornarsi, seguendo i percorsi di formazione dei bambini: possibilmente, salute permettendo, dovrebbero partecipare alle attività ludiche e mantenersi attivi, ma anche coltivare interessi e rapporti sociali. Poiché se gli anziani vivono pienamente la loro vita, di conseguenza anche la relazione tra nonni e nipoti risulta più ricca e soddisfacente per l’intera famiglia, diventando un valore per tutta la società.                             

Grazie e auguri a tutti i nonni!

            

Gruppo lettura Biblioteca